Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il romanzo

Vivere senza dolore, era questa la speranza di Isa Lodi, una giovane donna che era stata staffetta partigiana sull’Appennino Tosco-Emiliano durante la Resistenza. Ma un giorno di novembre del 1948 viene uccisa nel suo appartamento sui Navigli, strangolata con un giubbotto celeste ricavato dalla stoffa di un paracadute. A trovarla senza vita è il suo convivente, Ludovico Colzi, il tenente che sui monti si faceva chiamare Mosca.

Qual è il mistero che si cela dietro questo crimine che sembra venire dagli anni della guerra?

Parte così l’indagine degli uomini del Commissariato del Naviglio Grande, andando a ritroso nel tempo. Si scava nelle vicende della squadra del Mosca e negli strani incidenti accaduti.

Ex partigiani e poliziotti alla ricerca del colpevole, inseguendo ricordi del passato e uomini che sembrano fantasmi.

I premi

  • Vince la X Edizione del Premio Nebbia Gialla per la letteratura noir e poliziesca 2019, Sezione Romanzi inediti
  • Vince la I Edizione del Premio Libri d’Ulisse 2021, Sezione Libri editi
  • Si classifica al secondo posto alla VI Edizione del Premio Città di Siena 2021, Sezione Romanzi editi
  • Finalista Concorso Città di Grottammare XII Edizione 2020, Sezione Giallo Noir Romanzi editi
  • Quinto classificato Premio Letterario Città di Sarzana VIII Edizione 2020, Sezione Giallo Noir Romanzi editi
  • Menzione di Encomio Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti VI Edizione 2021, Sezione narrativa edita

Genere: Narrativa italiana
Anno: 2020
Pagine: 336
Editore:  Laurana Editore
Collana: Calibro 9
Isbn versione cartacea:  ISBN 978-88-31984-48-5
eBook: ASIN B089DKR3DR

ANTEPRIMA SENZA DOLORE

L’articolo sulla Gazzetta di Mantova
L’articolo sulla Voce di Mantova

Lascia un commento

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

seguimi sui social

Resta aggiornato

Ciro Pinto © 2021 All Rights Reserve. Designed by Francescobasile.dev