It’s wonderful

FullSizeRender(1)FullSizeRender(2)Quarto classificato al Concorso Letterario Giallolatino, VIII Edizione, 27 Settembre 2014

 

Questa la motivazione:
Per il linguaggio, l’originalità, la struttura narrativa del suo racconto dal tono noir e dallo stile giallo.

 

 

 

It’s wonderful
di Ciro Pinto

Non ci volevi venire a Latina.
Mi dicevi che non era niente, che era la terra di nessuno.
Invece io sentivo ancora sotto i piedi la sabbia del tumuleto dove passavo ore a scrutare le onde o a portare a spasso gli occhi sul mare.
Mi dicevi che Latina non aveva un dialetto tutto suo, e non aveva nemmeno l’assessorato alla cultura; quest’ultima cosa me la dicevi buttando la testa all’indietro e passandoti una mano nei capelli. Facevi così ogni volta che volevi disprezzarmi, per via della tua laurea, di quel pezzo di carta che tieni nell’orrenda cornice di mogano scuro appesa proprio sopra il nostro letto, al posto del crocefisso.
E io passavo le giornate a spilare marmitte e aprire carburatori a Tor di Quinto, e il pensiero andava tra i viali regolari e le querce di casa mia, alle pedalate su via del Lido fino alla spiaggia di Capo Portiere.
Qui siamo nella capitale, dicevi. Vuoi che lasci Roma per quella… e non continuavi, mentre a me le vene sulle tempie diventavano gonfie come angurie.

Continua