Ebreo ad Auschwitz

1463760_10202402506654276_1418177191_nLa mia poesia Ebreo ad Auschwitz selezionata per la pubblicazione nell’ antologia Giorni da scrivere, edizioni David and Matthaus

Ebreo ad Auschwitz

L’aria tra i block,
cupa come il cielo
e orrendo fumo che sale,
s’infila grigia e mesta
in bocche arse
e disperate.

Le guardie gridano
e un kapò grida,
il tuo lamento
ti scorre dentro
e cade sordo,
muore nella neve.

Tu guardi ma non vedi.
Ascolti ma non senti.
Ti hanno ucciso,
prima della morte,
ti hanno ucciso,
prima  di nascere.

Ciro Pinto